Assieme: Servizi e consulenze per l'associazionismo

Le Domande - Associazioni Sportive dilettantistiche

una associazione sportiva dilettantistica per potere usufruire delle agevolazioni della Legge 398/91 deve obbligatoriamente associarsi al CONI? L'opzione per la L. 398/91 avviene per comportamento concudente od occorre qualche comunicazione? Grazie

 

Spett.le Utente,
Le agevolazioni del regime forfetario 398/91 sono previste per:

  • Associazioni sportive dilettantistiche
  • Associazioni senza scopo di lucro
  • Pro-Loco

Tali soggetti quindi, possono optare per tale regime a patto che abbiano soddisfatto i requisiti dettati dal D.lgs 460/97. In più per le associazioni sportive dilettantistiche devono essere soddisfatti anche i dettami dell’art. 90 della L. 289/2002 in particolare:

a) i contenuti dello statuto e dell'atto costitutivo delle società e delle associazioni sportive dilettantistiche, con particolare riferimento a:

  • Assenza di fini di lucro;
  • Rispetto del principio di democrazia interna;
  • organizzazione d’attività sportive dilettantistiche, compresa l'attività didattica per l'avvio, l'aggiornamento e il perfezionamento nelle attività sportive;
  • Disciplina del divieto per gli amministratori di ricoprire cariche sociali in altre società e associazioni sportive nell'ambito della medesima disciplina;
  • Gratuità degli incarichi degli amministratori;
  • Devoluzione ai fini sportivi del patrimonio in caso di scioglimento delle società e delle associazioni;
  • Obbligo di conformarsi alle norme e alle direttive del CONI nonché agli statuti e ai regolamenti delle Federazioni sportive nazionali o dell'ente di promozione sportiva cui la società o l'associazione intende affiliarsi;

b) le modalità d’approvazione dello statuto, di riconoscimento ai fini sportivi e di affiliazione ad una o più Federazioni sportive nazionali del CONI o alle discipline sportive associate o a uno degli enti di promozione sportiva riconosciuti dal CONI, anche su base regionale;

c) i provvedimenti da adottare in caso di irregolare funzionamento o di gravi irregolarità di gestione o di gravi infrazioni all'ordinamento sportivo”.

Premesso questo, si afferma che essendo il CONI l’unico organismo certificatore dell’effettiva attività sportiva dilettantistica le associazioni che si avvalgono delle agevolazioni fiscali (tra cui anche il regime 398/91) delle ASD devono iscriversi nell’apposito registro o direttamente o attraverso l’affiliazione d’associazioni riconosciute dal Coni stesso per le finalità di promozione sportiva. Attraverso tale riconoscimento, infatti, tale associazioni acquistano la capacità di concedere a loro volta analogo riconoscimento a tutte le associazioni sportive dilettantistiche ad esse affiliate.

L’opzione per il regime agevolato Ex L. 398/91 avviene per comportamento concludente. E necessario però, comunicare con apposita lettera (Nella sezione Archivio e Download ne potrà trovare una bozza per la generalità degli enti non commerciali), spedita tramite raccomanda alla Siae e all’Ufficio Iva competente, la scelta dell’opzione stessa. Oltre a ciò nella dichiarazione Unico relativa ai redditi dell’anno in cui si è optato per tale regime dovrà essere barrata la casella predisposta ad’Hoc per tale regime nel Quadro VO.

Per Concludere: La associazioni Sportive dilettantistiche per usufruire dell’agevolazioni fiscali a loro specifiche dovranno essere registrate nel registro del CONI, attraverso le sue federazioni o tramite l’affiliazione ad un ente di promozione Sportiva riconosciuto dal Coni stesso (ad es. la Uisp.). Di per se il regime agevolato 398/91 si verifica tramite il comportamento concludente. E’ però necessario comunicare tale opzione tramite raccomanda presso gli Uffici Siae e dell’Entrate Competenti per territorio. Oltre a ciò nella dichiarazione Unico relativa ai redditi dell’anno in cui si è optato per tale regime dovrà essere barrata la casella predisposta ad’Hoc per tale regime nel Quadro VO.

P.IVA: 01620670354 :: Privacy Policy di questo sito :: Powered by Medianet