Assieme: Servizi e consulenze per l'associazionismo

Le Domande - Archivio

Ho visto sul sito che il 16/10/2003 scadeva l’imposta sugli intrattenimenti sugli apparecchi da divertimento. La nostra associazione possiede un bigliardo. Eravamo tenuti al pagamento di tale imposta? Se Si, possiamo regolarizzare tale situazione? Grazie.

Spett.le associazione, L’imposta sugli intrattenimenti sui dispositivi da divertimento (nel suo caso il bigliardo) è dovuta da tutti i proprietari di tali apparecchi.
Quindi, nel vostro caso era dovuta nella misura di: · € 280.00 se la vostra associazione svolge attività per tutto l’anno; · € 140.00 in caso d’attività stagionale, cioè nel caso che i locali in cui si svolga l’attività rimangano chiusi per almeno sei mesi.
Inoltre nel caso che i locali dell’associazione fossero aperti al pubblico e non solo ai soci, sulla base degli imponibili forfetari stabili (Bigliardi = € 3500.00) si dovrà calcolare e versare l’IVA. Per sanare la vostra situazione, si può procedere tramite il Ravvedimento operoso.
Tale istituzione prevede che al momento del versamento sia aggiunga un'intersesse pari al 3 % rapportato ai giorni di ritardo, oltre che ad una sanzione che può variare dal 3.75% se il ritardo è inferiore ai 30 giorni, al 6% se superiore ai 30.

Vi ricordo, inoltre, che entro 5 giorni dal versamento, da fare in banca o in posta con mod. F-24 si dovrà spedire tramite raccomandata A/R copia del modello sopraccitato e la dichiarazione di liquidazione inserendo il numero uno (n° apparecchi posseduti) nella prima riga (cod. 1) della categoria AM1 se si deve l’importo intero, oppure il numero uno nella terza riga (cod. 3) sempre della categoria AM1. Per qualsiasi chiarimento contattatemi pure allo 0522/332364.

P.IVA: 01620670354 :: Privacy Policy di questo sito :: Powered by Medianet