Assieme: Servizi e consulenze per l'associazionismo

Le Domande - Bilancio

Che differenza c'è fra i ratei e risconti? dove devo inserirli in bilancio? Grazie

Le associazioni che compilano il proprio bilancio secondo il metodo di competenza devono tener conto dei ratei e dei risconti. Quest’ultimi sono quote di proventi o costi che devono essere o stornate perché non di competenza dell’anno o, integrate perché da imputare all’esercizio in questione. In sintesi: - Ratei attivi: quote di proventi di competenza, ma non rilevate poiché di manifestazione numeraria posticipata - Ratei passivi: quote di costo di competenza, ma non rilevate poiché di manifestazione numeraria posticipata - Risconti attivi: quote di costo da rinviare all’essercizio succesivo, già rilevata poichè di manifestazione numeraria anticipata - Risconti passivi: quote di proventi da rinviare all’essercizio succesivo, già rilevata poichè di manifestazione numeraria anticipata Tali voci vanno indicate nello stato patrimoniale come segue: Stato patrimoniale Attivo a) Ratei attivi b) Risconti attivi Passivo a) Ratei passivi b) Risconti passivi Esempio L’associazione Xy paga ogni 10 di gennaio un premio d’assicurazione di € 100,00. Si procede in questo modo: 100 : x = 365 : 10-------> 2.74 Risconto attivo Conto economico Rilevazione del costo dell’assicurazione di € 100,00 Stato patrimoniale Passivo: risconti attivi di € 2,74 (quota rilevata ma di competenza dell’esercizio successivo) 10/01 -----------------------> 31/12 ------>10/01 |----------------------------------|---------------| € 100,00 --------------------->|___2.74___| Rilevazione del costo ------> Risconto attivo

P.IVA: 01620670354 :: Privacy Policy di questo sito :: Powered by Medianet