Assieme: Servizi e consulenze per l'associazionismo

Le Domande - Archivio

Sono presidente di un'associazione culturale senza scopo di lucro, il cui statuto è stato adeguato alla normativa vigente. Vorrei sapere se anche le associazioni culturali possono richiedere il regime agevolato previsto dalla legge 398/91. Grazie. Linda Iacuzio

Spett.le Utente,

L’art. 9 bis della Legge 66/92 ha esteso, tra le altre, alle associazioni senza scopo di lucro il regime della Legge 398/91. In ogni caso, elemento essenziale per poter usufruire a tale regime agevolato è l’adeguamento dello statuto ai dettami del D.lgs 460/97 (per quanto riguarda la genericità degli enti non commerciali) oppure più specificatamente alla normativa delle associazioni di promozione sociale L. 383/2000.

Per Concludere: possono accedere a tale regime agevolato le associazioni senza scopo di lucro con un volume d’affari annua relativo all’attività commerciale non superiore a € 250.000. Per acquisire tale status è bene adeguare il proprio statuto ai dettami del D.lgs 460/97 (dagli artt. 1 al 9) per la genericità degli enti non commerciali oppure adeguarsi alla disciplina delle associazioni promozione sociale L. 383/00.

Si ricorda che tale regime è opzionale e ha una durata quinquennale salvo superamento del limite del volume d’affare deve essere comunicata tramite raccomandata all’ufficio Siae e all’Agenzia dell’Entrate competenti per territorio. Tale opzione inoltre va confermata in sede di dichiarazione dei redditi Unico nel quadro VO.


Allegati:

D.Lgs. 04/12/97, n. 460 - Riordino disciplina tributaria degli enti non comm.li
L. 7 dicembre 2000, n. 383 - Disciplina delle associazioni di promozione sociale
Comunicazione uffici P.I. regime 398/91 (formato word)
Mod. AA7/7 - Domanda di attribuzione Partita IVA (pdf)

P.IVA: 01620670354 :: Privacy Policy di questo sito :: Powered by Medianet